Casetta Nido " antipredazione " per Cince

Discussioni su come attirare gli uccelli nel nostro birdgarden con mangiatoie, abbeveratoi, posatoi, nidi artificiali, ecc. + foto e video ivi realizzate

Re: Casetta Nido " antipredazione " per Cince

Messaggioda Riccola » 29/01/2011, 0:41

Nidi pronti per il posizionamento :ok: in totale sono 13.
11 sono del tipo "antipredazione" 4 con foro da 28mm ed 7 da 32mm, un nido "standard" con foro sempre da 32 in più ho rimediato un tronco di ciliegio che è già naturalmente scavato per un difetto strutturale dell'albero (se ricordo bene chiamato canastro) con foro da 32mm.

Oggi uscendo prima dal lavoro ho attraversando la zona tra le sorgive 5 e 6 ho notato che sugli alberi in zona ci sono parecchi nidi dalla scorsa stagione, speriamo notino anche i miei.

@Parus
Quanti ettari sia la zona sinceramente non ne ho idea, se parliamo di quanto distano tra di loro le più lontane saranno nell'arco di 5-6km.
Dici che potrei essere d'aiuto per inanellare i pulli?... visto l'indifferenza che mi hanno dimostrato nel rispondermi ho qualche perplessità, intanto spero di avere ospiti nei nidi poi ci penserò.
La Lipu non l'ho contattata. Per farti capire il perchè questa di fatto è una passione che completa le mie giornate extra-lavoro come semplice piacere, impegnarmi di più (parlo di tempo) non mi divertirei come faccio adesso.
Se capiti in zona caffè sicuro...come minimo.

Quindi dici che i nidi con il foro da 40mm sono da posizionare a metà Marzo? Non prima quindi?

ciao
ciao
Riccardo
Avatar utente
Riccola
Aquila
 
Messaggi: 1069
Iscritto il: 01/10/2010, 11:03
Località: Verona


Archivio: Nidi (51)
Files: Schede (26)

Re: Casetta Nido " antipredazione " per Cince

Messaggioda Parus » 29/01/2011, 16:16

ciao,
caspita, distanze di 5-6 km sono notevoli, è una sorta di mini parco regionale per dire.. :shock:

Parli di altri nidi già presenti, ma casette nido o nidi naturali?

MI spiace per il loro scarso interessamento, non sanno che occasioni si stanno perdendo (da esperienze didattiche a scientifiche); io per dirti noto abbastanza generalmente che l'utilizzo dei nidi artificiali è piuttosto sconosciuto anche ai ricercatori/studiosi di uccelli (inanellatori, censitori ecc) qualsiasi sia il campo di studio pur sempre riferendomi a gente italiana :ghgh: Che dire è proprio la cultura del paese così.

L'inanellamento mi è venuto in mente vedendo le foto sul sito, nella mia sezione lipu è presente uno che inanella, a volte per specie diciamo un po' fuori dal comune mi capita di chiedergli se vuole farlo per i pulli delle mie casette. Tempo fa avevo tra l'altro la mezza idea di farmi il patentino per inanellamento esclusivo dei pulli per rendermi autonomo al 100%, ma è una faccenda impegnativa e non mi sento pronto, più per motivi di soldi, tempo e altri casini vari...si sa mai però :mrgreen:
Probabilmente se avrai modo di parlare con queste persone ci potrà essere un approccio diverso e potrebbe iniziare una serena collaborazione anche solo amichevole.

Comprendo a pieno il tuo voler fare senza vincolarti da altri, comunque sia allargare le conoscenze non implica per forza in impegni e doveri, anche io ho sempre fatto tutto per piacere mio e anzi più solo sono meglio riesco e mi soddisfo di solito ma ho notato che arrivati a certi livelli proprio tutto da solo è difficile, parlo in particolare dei permessi che bisogna farsi dare per fare certe cose :ghgh: (che infine è solo schifosissima burocrazia e direi anche invidia da parti di certi oltre a disinteressamento per ignoranza pura)

Appena mi passa sta influenzaccia un giorno faccio un giro senz'altro, quando installi se vuoi compagnia e una mano non esitare :ok:

Quelli da 40 si , io aspetterei come di solito faccio, anche se è il primo anno che metti nidi li e ora, quindi potresti avere benissimo una bassa occupazione , ma quelli da 40 li garantirei al 100% per i futuri arrivi.
ciao
Parus
Aquila
 
Messaggi: 1636
Iscritto il: 30/05/2009, 21:21
Località: Vicenza



Re: Casetta Nido " antipredazione " per Cince

Messaggioda Riccola » 30/01/2011, 23:02

Ti dirò che chiedendo quà e là ho saputo che ci sono altre sorgive che non vedi sulla cartina. I miei abitano lì vicino e se si scava di qualche metro il terreno è già bello umido quindi trovarle in quella zona non è cosi difficile.

Per nidi che vedevo intendevo quelli naturali.

Con il comitato non sono più di tanto dispiaciuto... forse hanno altro a cui pensare, quindi l'arte dell'arrangiarsi a volte è quella più sicura. :smokingsombrero:
Sarò stato il primo a proporgli di installare i nidi artificiali, li avrò forse spiazzati, mi farò sentire a nidi posizionati, comunque essendo ai primi nidi di esperienza ne devo fare... anche con le persone. :ghgh:

Per il momento ti auguro buona guarigione, magari quando posiziono quelli per metà Marzo vieni a fare un salto. :ok:

ciao
ciao
Riccardo
Avatar utente
Riccola
Aquila
 
Messaggi: 1069
Iscritto il: 01/10/2010, 11:03
Località: Verona


Archivio: Nidi (51)
Files: Schede (26)

Re: Casetta Nido " antipredazione " per Cince

Messaggioda Riccola » 05/02/2011, 14:06

Lunedì scorso sono riuscito a posizionare i miei primi nidi artificiali che trovate nelle schede :ok: .
Nel contattare i vari "vicini" delle sorgive ho scoperto che la vicina della Vannina (n°6) ha diversi ettari di colture biologiche dove ha già installato circa 70 nidi artificiali per le cince! :spavento:
http://www.corteallolmo.it/

Delle volte si chiude una porta per aprire poi un portone... meglio di così.

Vi allego una foto della sorgiva Vannina.

sorgivavannina.jpg
sorgivavannina.jpg (46.36 KiB) Osservato 3566 volte


ciao
Ultima modifica di Riccola il 08/02/2011, 0:03, modificato 1 volta in totale.
ciao
Riccardo
Avatar utente
Riccola
Aquila
 
Messaggi: 1069
Iscritto il: 01/10/2010, 11:03
Località: Verona


Archivio: Nidi (51)
Files: Schede (26)

Re: Casetta Nido " antipredazione " per Cince

Messaggioda Alessandro Landi » 05/02/2011, 14:30

Bene bene, complimenti per il lavorone :D , se nelle vicinanze i soggetti sono già abituati ad utilizzare questo tipo di nidi direi che la percentuale di occupazione dovrebbe essere già buona al primo anno
Avatar utente
Alessandro Landi
Amministratore
 
Messaggi: 4277
Iscritto il: 03/01/2009, 16:41
Località: Toscana


BY-2016: Punti (3)
Archivio: Nidi (31)
Files: Schede (30)

Re: Casetta Nido " antipredazione " per Cince

Messaggioda Riccola » 08/02/2011, 0:14

Sono riuscito ad contattare il "proprietario" della zona dove è situata la sorgiva Palazzino (n°7) per installare altri nidi con il foro da 40mm per metà Marzo.
Non ha avuto nulla da ridire, però mi ha detto che nella zona ci sono molte gazze e che hanno praticamente fatto sparire tutti gli altri ospiti della sorgiva, mi devo preoccupare? Intendo se i nidi possono essere un'alternativa per gli "sfrattati".
Oppure punto su altre sorgive?

Grazie in anticipo

ciao
ciao
Riccardo
Avatar utente
Riccola
Aquila
 
Messaggi: 1069
Iscritto il: 01/10/2010, 11:03
Località: Verona


Archivio: Nidi (51)
Files: Schede (26)

Re: Casetta Nido " antipredazione " per Cince

Messaggioda Parus » 08/02/2011, 11:09

ciao,
hai fatto un gran lavoro, ottimo :ok: Ora, quando la vegetazione ricomincia a darsi sfogo spero tu riesca a ritrovare i nidi :ghgh: , sembra sciocco ma può capitare di perdere un po' di tempo nel rilocalizzarli. Cosa da poco comunque.
Piuttosto vedi se eventuali rami e foglie rendono difficoltoso l'ingresso/uscita del nido.

La situazione gazze in presenza di casette nido chiuse per lo meno, non riscontra grandi problemi, piuttosto è più facile che sia il picchio rosso magg o il saettone che fanno casini ma questi ultimi due si ritrovano ovunque perciò inutile evitarli.

Le gazze possono divenire un problema al momento dell' involo dei piccoli, anche una sola coppia di gazze in zona può fare razzie. Perciò anche i piccoli nati in casette nido, ben sicuri finchè se ne stanno dentro al calduccio, una volta usciti rischiano;
Sinceramente, se davvero ti dicono che le gazze sono molte (per dire anche una decina) e hai possibilità di scegliere un altra zona , mi sposterei su un altra sorgiva a distanza sufficiente.
Comunque, gazze o non gazze , se non avessi altri posti da sfruttare installarei in ugual modo e cercherei di capire le dinamiche che possono nascere ed eventualmente annullare tutto per gli anni seguenti nel caso la predazione fosse eccessiva.
ciao
Parus
Aquila
 
Messaggi: 1636
Iscritto il: 30/05/2009, 21:21
Località: Vicenza



Re: Casetta Nido " antipredazione " per Cince

Messaggioda Riccola » 09/02/2011, 0:04

Grazie Parus delle dritte... sempre precise. :ok:

Nel frattempo ho ascoltato il tuo consiglio, ho contattato il comitato della Fossa Bova e mi hanno già risposto dicendomi che sono contenti di installare dei nidi, quindi avrei l'alternativa per un'altra sorgiva della zona.
Mi ha risposto anche l'ornitologa dicendo che c'è il "pericolo" che i nidi potrebbero essere occupati da vespe o calabroni pericolosi per i bambini che frequentano la sorgiva, però credo che i nidi a 4 mt sono abbastanza indisturbati anche se con ospiti "fuori programma".
Risolto questo dubbio siamo d'accordo che li contatterò appena avrò qualche nido pronto da fargli vedere... Lunedì prossimo sono impegnato e per il successivo preparerò un'altra decina di nidi con foro 40mm.. :smokingsombrero:

ciao
ciao
Riccardo
Avatar utente
Riccola
Aquila
 
Messaggi: 1069
Iscritto il: 01/10/2010, 11:03
Località: Verona


Archivio: Nidi (51)
Files: Schede (26)

Re: Casetta Nido " antipredazione " per Cince

Messaggioda Parus » 09/02/2011, 0:44

benissimo :mrgreen: non sono l'unico scatenato allora.. :ghgh: Ovviamente ognuno nei propri limiti di tempo e denaro fa il possibile e non è mai troppo poco!

Sono contento che abbiano accolto la proposta positivamente, il "problema" calabroni e vespe coi nidi artificiali esiste , ma con un regolare controllo è tutto pienamente controllabile. Per riportarti un esempio, anche nell'oasi della mia città il guardiano quando a suo tempo chiesi di poter installare qualche casetta (che posto migliore c'è se non un oasi wwf :roll: ) mi tirò subito fuori il discorso calabroni, infatti fatalità vi erano già 3 casettine presenti nella zona di accoglienza dei visitatori occupate da questi insetti.
Purtroppo lo scarso interesse per i nidi artif in genere sommato a eventi poco piacevoli (pur sempre naturali) che questi ultimi possono favorire e allora si fa di tutta l'erba un fascio e non si vuole più saperne di ragionare un po'.

Personalmente io faccio così: controllando i nidi piuttosto regolarmente è più facile tenere sotto controllo eventuali nidi in espansione di vespe e soprattutto calabroni. Se il nido viene trovato agli stadi primordiali lo rimuovo , gli insetti a questo stadio non sono presenti nemmeno nella zona e con un po' di attenzione si può fare, pur sempre rimanendo col rischio che lo rifacciano. Ma da quanto ho notato è raro, si scoraggiano facilmente.
Se il nido è già in stato avanzato diventa problematico. L'unica soluzione che adotto è tappare il foro di ingresso con degli stracci o con un tappo di legno e si risolve tutto egregiamente senza tanti prodotti chimici o bruciando ecc. In casi di nidi che pullulano a pieno regime non faccio niente perchè ho paura :mrgreen: (si notano i calabroni o vespe guardiani che stanno sul foro e non scherzano perfino se disti dal nido di qualche metro). Ma ripeto, monitorando ripetutamente a questi livelli non arrivo mai. O si agisce la sera, allora si lavora sicuri ,ma mi rendo conto che può divenire difficoltoso.

Concludendo, se ritieni che la zona dove la gente può essere presente è idonea per qualche casetta nido, spiega filo per segno come operesti in caso di insetti pericolosi, magari smorzando un po' la inutile smisurata paura di molti.
Considerando che comunque sono eventi localizzati e perfettamente gestibili.

E che dire...la schwegler fa anche nidi per calabroni, in effetti sono utilissimi perchè mangiano un sacco di altri insetti, certo sta a noi installare correttamente in zone remote e lontane da bambini succulenti.
ciao
Parus
Aquila
 
Messaggi: 1636
Iscritto il: 30/05/2009, 21:21
Località: Vicenza



Re: Casetta Nido " antipredazione " per Cince

Messaggioda Alessandro Landi » 09/02/2011, 21:18

riccola ha scritto: Lunedì prossimo sono impegnato e per il successivo preparerò un'altra decina di nidi con foro 40mm.. :smokingsombrero:


Urka! ti stai impegnando alla grande :shock: ,
ti butto là un'altra idea su cui discutere... mentre per il Torcicollo va benissimo il nido per Cince per il Codirosso potresti fare qualche nido suo specifico... a dire il vero non sò se avresti piu probabilità di occupazione che con quello per le Cince, a me per esempio un anno ha nidificato in questo : LINK mentre l'anno successivo in questo: LINK, quest'ultimo potrebbe anche essere occupato anche dalla ballerina Bianca (magari i prossimi anni), c'è comunque da valutare anche la probabile maggiore difficoltà a installare questi due nidi su dei tronchi... :think: io di solito li metto su pareti di capanni
Avatar utente
Alessandro Landi
Amministratore
 
Messaggi: 4277
Iscritto il: 03/01/2009, 16:41
Località: Toscana


BY-2016: Punti (3)
Archivio: Nidi (31)
Files: Schede (30)

Re: Casetta Nido " antipredazione " per Cince

Messaggioda Riccola » 11/02/2011, 0:29

Grazie Alessandro.
Potrei farne un paio di questo tipo per variare. Per questi nidi vale sempre entro metà Marzo?
ciao
Riccardo
Avatar utente
Riccola
Aquila
 
Messaggi: 1069
Iscritto il: 01/10/2010, 11:03
Località: Verona


Archivio: Nidi (51)
Files: Schede (26)

Re: Casetta Nido " antipredazione " per Cince

Messaggioda Parus » 11/02/2011, 10:34

ciao,
ottimo consiglio , viste anche le tue abilità costruttive :ok: Il modello è specifico per codirosso poi si sa, può venire usato anche da cincie quindi visto che il prediletto è il codirosso lo metterei su a marzo come solito. Questo nido molto sviluppato orizzontalmente, si posiziona comodamente su pareti di case o baracche, o su qualsiasi altro supporto ma con superficie piana, sugli alberi non è facilissimo farcelo stare bello fermo, vedi tu.
Dal foro di ingresso, io ci facevo partire per traverso verso l'esterno un paletto lungo una decina di cm , amano molto posarsi prima di entrare.

L'altro modello non l'ho mai creato e provato, apparte lo scivoletto interno valido contro zampacce di gatto e utile a non far bagnare uova e piccoli in caso di pioggia torrenziale, forse lo vedo più per ballerine, ma come è successo anche a alessandro se non sbaglio ci va anche il codirosso...e cincie..va be, se proprio uno vuole sbizzarrirsi :D
ciao
Parus
Aquila
 
Messaggi: 1636
Iscritto il: 30/05/2009, 21:21
Località: Vicenza



Re: Casetta Nido " antipredazione " per Cince

Messaggioda Alessandro Landi » 13/02/2011, 20:35

Si, da me quello del secondo link con lo scivolo interno ci ha nidificato il Codirosso C. l'anno scorso per ben 2 volte con successo se decidi di variare ti consiglio quello, il Codirosso C è migratore e arriva dopo metà marzo comunque gli anni successivi potrebbe risultare utile anche per la Ballerina Bianca che invece è stanziale ;)
Avatar utente
Alessandro Landi
Amministratore
 
Messaggi: 4277
Iscritto il: 03/01/2009, 16:41
Località: Toscana


BY-2016: Punti (3)
Archivio: Nidi (31)
Files: Schede (30)

Re: Casetta Nido " antipredazione " per Cince

Messaggioda Riccola » 13/02/2011, 20:44

..... con quello per le Cince, a me per esempio un anno ha nidificato in questo : LINK

Una curiosità su questo nido. L'apertura è sul frontale?

ciao
ciao
Riccardo
Avatar utente
Riccola
Aquila
 
Messaggi: 1069
Iscritto il: 01/10/2010, 11:03
Località: Verona


Archivio: Nidi (51)
Files: Schede (26)

Re: Casetta Nido " antipredazione " per Cince

Messaggioda Parus » 13/02/2011, 20:59

l'apertura del disegno è laterale, il lato piccolo, ma è solo questione di disegno (per far vedere che si può farlo apribile)io la scarterei in pieno :roll: Farla superiormente è di facile realizzazione comunque.
ciao
Parus
Aquila
 
Messaggi: 1636
Iscritto il: 30/05/2009, 21:21
Località: Vicenza



PrecedenteProssimo

Torna a Birdgarden e Nidi artificiali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron