CASETTA NIDO GRANDE - SPECIE: UPUPA-ASSIOLO-STORNO

Discussioni su come attirare gli uccelli nel nostro birdgarden con mangiatoie, abbeveratoi, posatoi, nidi artificiali, ecc. + foto e video ivi realizzate

CASETTA NIDO GRANDE - SPECIE: UPUPA-ASSIOLO-STORNO

Messaggioda Parus » 17/01/2011, 0:59

A sole fotografie cerco di dare l'idea sulla costruzione di una casetta chiusa però di dimensioni doppie che va ad accontentare passeriformi di una taglia in più rispetto le cincie e simili.
La sequenza che è quello che è ahimè, l'ho fatta come mi capitava durante tutto il lavoro, il disegno tecnico non posso scanerizzarlo dal libro il perchè si può immaginare, cercherò di farlo personalmente più avanti. E se qualcuno dalle misure che metto lo vuole fare al posto mio, meglio che meglio :ok:

fase 1 : preparazione delle tavole = Come per tutti gli altri modelli di nidi artif considero le tavole spesse 2 cm, le misure riportate si sviluppano con questo spessore. Se più grosso o fino bisogna adattare il tutto ovviamente.

I pezzi sono levigati, con foro di accesso di diametro 60 mm eseguito ad un altezza dal pavimento pari a 35 cm.

nido upupa.jpg
nido upupa.jpg (72.43 KiB) Osservato 10199 volte


nido-upupa-assiolo-02.jpg
nido-upupa-assiolo-02.jpg (82.84 KiB) Osservato 6783 volte


fase 2 : predisposizione fori per viti = per evitare che le viti facciano crepare la tavola con una punta fina (da 2,5 mm) predispongo l'invito. Il numero di viti non è fisso, io vado un po' a logica e a occhio cercando una via di mezzo per evitare spreco inutile senza però creare una struttura poco stabile.

nido-upupa-assiolo-03.jpg
nido-upupa-assiolo-03.jpg (78.37 KiB) Osservato 6783 volte


assemblaggio componenti del nido = in morsa per comodità si uniscono i lati col frontale. Le viti utilizzate in tutto il nido per fissare le tavole misurano 4 cm lunghezza X 0,5 cm diametro.

nido-upupa-assiolo-04.jpg
nido-upupa-assiolo-04.jpg (84.67 KiB) Osservato 6783 volte


fase 5 : frontale con lati montanti-visuale da retro con fondo montato

nido-upupa-assiolo-05.jpg
nido-upupa-assiolo-05.jpg (83.26 KiB) Osservato 6783 volte


nido-upupa-assiolo-06.jpg
nido-upupa-assiolo-06.jpg (93.55 KiB) Osservato 6783 volte



fase 5 : fissaggio del listello di sostegno = listello da far sporgere 10 cm superiormente e 10 inferiormente. Dotarlo rispettivamente di 2 fori da 6 mm in modo da poterlo agganciare con chiodi o viti.


fase 6 : fissaggio del tetto = con cerniera metallica. Applicare gancetto di chiusura sul lato.

nido-upupa-assiolo-07.jpg
nido-upupa-assiolo-07.jpg (78.46 KiB) Osservato 6783 volte


nido-upupa-assiolo-08.jpg
nido-upupa-assiolo-08.jpg (66.43 KiB) Osservato 6783 volte


da completare appena posso.
Parus
Aquila
 
Messaggi: 1636
Iscritto il: 30/05/2009, 21:21
Località: Vicenza



Re: CASETTA NIDO GRANDE [ SPECIE: UPUPA-ASSIOLO-STORNO]

Messaggioda silmar » 17/01/2011, 8:01

ho visto che non hai fatto il tetto spiovente non serve??
Avatar utente
silmar
Aquila
 
Messaggi: 1675
Iscritto il: 22/03/2010, 9:14
Località: verona


Files: Schede (6)

Re: CASETTA NIDO GRANDE [ SPECIE: UPUPA-ASSIOLO-STORNO]

Messaggioda Parus » 17/01/2011, 13:12

ciao,
mah, si per defluire l'acqua a logica andrebbe sempre meglio, in realtà per le casette chiuse sia normali che grandi esistono entrambi le versioni, a tetto dritto e inclinato. La scelta non è discriminante , si considera comunque che si ha a che fare con superfici piccole dove l'acqua realmente incide allo stesso modo sia sul primo che nel secondo caso e quindi certi modi di costruire si legano più ad un discorso estetico che ad altro. Questo da come la vedo io.
Poi tra i mille ragionamenti anche assurdi che mi vengono in zucca, penso che un tetto piano per specie come l'assiolo per dire possa essere più comodo in un certo senso, dato che potrebbe volentieri starsene appolaiato sopra di esso come di solito i rapaci notturni amano fare stando spesso vicinissimi ai loro nidi su posatoi vari.
ciao
Parus
Aquila
 
Messaggi: 1636
Iscritto il: 30/05/2009, 21:21
Località: Vicenza



Re: CASETTA NIDO GRANDE [ SPECIE: UPUPA-ASSIOLO-STORNO]

Messaggioda Riccola » 17/01/2011, 13:48

...oppure posizionare la casetta che pende in avanti, così non si rischia anche che piovi dentro. Giusto?
ciao
Riccardo
Avatar utente
Riccola
Aquila
 
Messaggi: 1069
Iscritto il: 01/10/2010, 11:03
Località: Verona


Archivio: Nidi (51)
Files: Schede (26)

Re: CASETTA NIDO GRANDE [ SPECIE: UPUPA-ASSIOLO-STORNO]

Messaggioda Alessandro Landi » 17/01/2011, 18:18

Anche io ho un nido di questo tipo... l'anno scorso non ha avuto successo ma quest'anno riproverò
Che tu sappia Flavio, l'Upupa ( o gli altri soggetti per questo nido) hanno preferenze riguardo l'ambiente in cui và installato il nido? (bosco, zone aperte o altro?)

Ps. aggiungo questo post all'indice delle guide
Avatar utente
Alessandro Landi
Amministratore
 
Messaggi: 4268
Iscritto il: 03/01/2009, 16:41
Località: Toscana


BY-2016: Punti (3)
Archivio: Nidi (31)
Files: Schede (30)

Re: CASETTA NIDO GRANDE - SPECIE: UPUPA-ASSIOLO-STORNO

Messaggioda Parus » 17/01/2011, 22:55

ciao,
@ riccola, si osservazione da tenere sempre in considerazione quanto più possibile. Il nido basta già di suo farlo con una buona spiovenza in avanti, il foro di accesso è piuttosto in alto e siamo ok. Se ci sono piante leggermente inclinate tanto meglio, in assenza ci si adatta optando per quelle più diritte possibili evitando di fare impennare il nido troppo.

@ alessandro: con nidi come questo , e non ne ho molti installati se non qualche tronchetto gigante, ho avuto solo lo storno qualche volta e una volta il codirosso ...possono tranquillamente entrarci anche le cincie e passeri, quindi visto che potenzialmente può accontentare tutti dai grandi ai piccini per far si che sia utilizzato dai soli "grandi" direi che può rivelarsi utile installarlo da fine marzo periodo generale d'arrivo migratori.
Se si hanno a disposizione diversi nidi di questo tipo, alcuni potrebbero essere installati anche in inverno per lo storno che in buona percentuale non migra, per upupa e assiolo che arrivano a inizi primavera si installa il secondo round.
Il fatto di installarli appena prima dell'arrivo dei migratori non garantisce nulla di certo certo, ci vuole più culo come si vuol dire che altro :smokingsombrero: però almeno teoricamente agire così da più possibilità di occupazione da parte di queste specie. (oltre a installarli correttamente)

Non sono espertissimo di upupa e assiolo, ma da diverso tempo sto provando anche con loro e in linea di massima dico:

l'upupa sembra prediligere nidi piuttosto bassi, non oltre 3 mteri da terra. L'habitat prefereziale è senz'altro la campagna e collina non troppo alta a climi temperati, con alberi isolati , filari alberati, vigneti , la presenza in loco di vecchie piante ricche di cavità come ulivi e castagni caratterizza l'ambiente dell'upupa.Gli ambienti diversificati sono ottimi, una monocoltura di mais per esempio no. I metodi agrocolturali presenti in zona possono largamente influire sulla sua minor/maggior presenza, tutto si lega alle risorse alimentari che può trovare e quindi indirettamente si va a parlare di prodotti chimici impiegati, monocolture intensive ecc. Sinceramente fare mille calcoli del genere per mettere un nido per lei è inutile, se l'upupa è presente è già gran segno, se nidifica nel nido ancor meglio anche se vale a dire che forse mancano cavità dove nidificare. Se a stento si riesce a vederla ancor più difficilmente nidificherà ma poco conta con le nostre buone intenzioni. :roll:
Ama molto anche la presenza nel terriotorio di ruderi, muri a secco con buchi, case semidisabitate , vecchie stalle o fienili abbandonati ; a tutto questo è legata la sceltà del nido dato che spesso e volentieri nidifica in situazioni artificiali . Perciò anche casette appiccate sui muri van bene, o su pali della luce..

L'assiolo è legato a una formazione boscosa più consistente di una semplice fila alberata per così dire, sceglie boschetti di quercie , ulivi, zone alberate in genere , in collina e pianura con esposizioni soleggiate. Anche vicino a rocce.
Un breve censimento della specie per vedere almeno se può esserci o meno può indirizzare le installazioni, rimango sempre del fatto che vale sempre la pena tentare.

Per entrambe le specie, mettere della segatura sul fondo del nido, è importante più di qualsiasi altra cosa.

ciao
Ultima modifica di Parus il 17/01/2011, 23:03, modificato 1 volta in totale.
Parus
Aquila
 
Messaggi: 1636
Iscritto il: 30/05/2009, 21:21
Località: Vicenza



Re: CASETTA NIDO GRANDE - SPECIE: UPUPA-ASSIOLO-STORNO

Messaggioda Parus » 17/01/2011, 23:00

lo storno non ha particolari esigenze, se c'è gradisce le casette , evitare il pieno bosco , meglio alberi isolati o macchie di alberi in campagna e collina. Anche su muri e pali della luce.
Parus
Aquila
 
Messaggi: 1636
Iscritto il: 30/05/2009, 21:21
Località: Vicenza



Re: CASETTA NIDO GRANDE - SPECIE: UPUPA-ASSIOLO-STORNO

Messaggioda silmar » 18/01/2011, 8:31

come foro va bene anche per il picchio verde????
ciao
Avatar utente
silmar
Aquila
 
Messaggi: 1675
Iscritto il: 22/03/2010, 9:14
Località: verona


Files: Schede (6)

Re: CASETTA NIDO GRANDE - SPECIE: UPUPA-ASSIOLO-STORNO

Messaggioda atmavictu » 02/02/2015, 21:50

Ragazzi lo strato di segatura di quanto deve essere più o meno?
Avatar utente
atmavictu
Uovo
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 26/01/2015, 5:37
Località: Città di Castello (PG)



Re: CASETTA NIDO GRANDE - SPECIE: UPUPA-ASSIOLO-STORNO

Messaggioda piropiro » 02/02/2015, 21:54

atmavictu ha scritto:Ragazzi lo strato di segatura di quanto deve essere più o meno?


4~5 cm
Avatar utente
piropiro
Aquila
 
Messaggi: 1989
Iscritto il: 02/01/2010, 15:17
Località: Carinzia


Archivio: Nidi (56)
Files: Schede (95)

Re: CASETTA NIDO GRANDE - SPECIE: UPUPA-ASSIOLO-STORNO

Messaggioda atmavictu » 03/02/2015, 0:46

grazie :ok:
Avatar utente
atmavictu
Uovo
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 26/01/2015, 5:37
Località: Città di Castello (PG)




Torna a Birdgarden e Nidi artificiali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite