Costruzione tronchetti nido

Discussioni su come attirare gli uccelli nel nostro birdgarden con mangiatoie, abbeveratoi, posatoi, nidi artificiali, ecc. + foto e video ivi realizzate

Costruzione tronchetti nido

Messaggioda Parus » 05/10/2009, 18:47

Ciao,
come avevo accennato tempo fa, illustrerò in maniera spero abbastanza chiara e comprensibile le "fasi" di costruzione per realizzare un tronchetto nido. (sarà piuttosto lungo :roll: )
Come si potrà notare, le fotografie scattate, sono purtroppo non così chiare e di qualità; :roll: Spero comunque possano essere d'aiuto.
Le modalità di costruzione, che a breve spiegherò, derivano da un libro intitolato "Nidi artificiali" ( ) , dal quale ho ricavato numerose informazioni e idee, poi personalizzate e modificate con l'esperienza.

1) Da dove si parte: il tronchetto nido si può ricavare principalmente da 2 diverse parti di una pianta: a) da un grosso ramo (branca) b) dal tronco stesso. Di queste parti, si dovrà attentamente valutare lo stato del legno (sano, marcio, fessurato) e le dimensioni minime in cm da rispettare per una corretta realizzazione.
Inutile dire che non è necessario abbattere alberi o tagliare grossi rami per cimentarsi in questa impresa, infatti si possono trovare molti "pezzi" anche nel bosco dopo il taglio del lagname, o dopo qualche potatura di grossa entità, oppure semplicemente da piante ormai morte e prossime allo schianto. Sta di fatto, che prelevare legname di qualsiasi tipo, non di nostra proprietà, comporta una sorta di "furto" che deve in tutti i modi essere evitato. Per questo consiglio di chiedere al proprietario il permesso, onde evitare guai (lo dico perchè capita spesso). Altra situazione sfruttabile e più veloce, è l'utilizzo di queste parti (segmenti di di vecchi rami o tronchi) già cave al loro interno, così da risparmiare molto tempo nella fase di scavo.

-Le specie di piante utilizzabili per creare un tronchetto sono molteplici; ogni legno ha le sue caratteristiche, che influenzano la lavorazione e la durata a contatto con agenti atmosferici, sbalzi di temperatura ecc. Anche la resistenza ad attacchi di alcuni animali non è da tralasciare, per fare qualche esempio non dimentichiamo il temibile becco dei picchi che perfora come una trivella, o i denti dei ghiri/ scoiattoli che lasciano profondi ed evidenti solchi sul legno.
Riporto di seguito le principali essenze arboree consigliate in ordine di qualità per i tronchetti nido, con qualche breve particolarità di ogniuna:

Frassino: (fraxinus spp.), è considerato il miglior legno per la realizzazione di questi. E' infatti molto duro, e nonostante ciò consente una buona lavorazione.Stagionatosi è molto resistente e si fessura poco, la corteccia non si stacca.

Abete, Larice, Pino : (Picea spp., Abies spp., Larix spp., Pinus spp.) E' molto tenero da lavorare, e relativamente poco pesante. Molto regolare nelle forme (solitamente piuttosto cilindrico con diametri uguali in tutta la lunghezza del tronchetto). Stagionandosi può fessurarsi facilmente, basta far seccare il legno prima dello scavo e scartare i più daneggiati.

Castagno : (Castanea sativa) Molto duro e resistente, ma di difficile lavorazione. Ottimi i tronchetti di questo legno già cavi di natura loro.

Legni molto duraturi, ma di difficile lavorazione = Quercia, Faggio : (Quercus spp., Fagus spp.)

Legni molto fragili e poco duraturi = Salice, Pioppo, Betulla, Robinia : (Salix spp., Populus spp., Betula spp., Robinia pseudoacacia) : i primi 3 molto teneri e fragili, si deteriorano presto, l'ultimo molto duro ma poco resistente.
Parus
Aquila
 
Messaggi: 1636
Iscritto il: 30/05/2009, 21:21
Località: Vicenza



Re: Costruzione tronchetti nido

Messaggioda Parus » 05/10/2009, 18:52

Dopo questa piccola lista, passo alle fasi vere e proprie;

Fase 1: Prima di tutto è bene contrallare di avere tutto l'occorrente necessario oltre alla materia prima (legno). In foto ho disposto praticamente tutti gli atrezzi che personalmente uso. Brevemente elenco:
1) Set martelli di varia misura, con testa pesante e leggera.
2) Set scalpelli da legno di varia misura, lama più o meno larga. Utili anche gli scalpelli in solo ferro, (da uso edilizio) lunghi.
3) Pistola a colla a caldo
4) Trapano con possibiltà di inversione di marcia, con punte a lancia da 28 mm e 32 mm + punte normali da legno eventualmente.
5) Minuteria varia; viti a legno zincate o bronzate, lunghezza 3 cm, 10 cm, 2 cm, lamierine bucate zincate da 1 cm x 6 cm o più, cacciavite, gancetti metalicci misure grande e media, cerniere.
6) Guaina catramata per uso edilizio
7) Colla vinilica
8) Morsetti varia misura, meglio grandi comunque (come quello verde)
9 e 10) tetto e fondo del tronchetto, e 2 metà scavate da unire.

cimg2989.jpg
cimg2989.jpg (118.72 KiB) Osservato 7681 volte


Altri particolari possono servire, (mi sono accorto dopo :oops: ).Nelle fasi vengono comunque riportati.

Fase 2 : Taglio. Un tronchetto normale, medio, quindi per cincie e altri piccoli passeriformi deve rispettare alcune misure: Il diametro esterno deve almeno essere di circa 16 -20 cm, questo perchè la cavità all' interno che si andrà a creare dovrà avere il diametro di almeno 11 cm e lo spessore delle pareti sarà di conseguenza non inferiore a 2 cm; La cavità così, rispetta le esigenze degli uccelli, che possono farvi il nido comodamente,e le pareti devono garantire una buona coibentazione da freddo e altri agenti di varia natura.
La lunghezza del tronchetto non ha misure rigide, in base anche ai nodi o alle screpolature presenti nel legno ci si adatta quanto più. Una lunghezza ottimale è di 35 cm circa, meglio abbondante in quanto poi si potrà agire di conseguenza.
Il taglio per forza di cose deve essere effettuato con una motosega a motore o elettrica.
Parus
Aquila
 
Messaggi: 1636
Iscritto il: 30/05/2009, 21:21
Località: Vicenza



Re: Costruzione tronchetti nido

Messaggioda Parus » 05/10/2009, 18:58

Fase 3: Fatto ciò, si proseguirà col taglio del futuro tetto e del fondo (pavimento). Questi si ricavano sempre dal pezzo intero che abbiamo, tagliandoli a circa 5 cm di spessore come minimo.

tronchetto-2.jpg
tronchetto-2.jpg (492.66 KiB) Osservato 7680 volte


Una volta creati i 2 "dischetti" è conveniente numerarli o segnarli in base al punto da dove sono stati tagliati; questo per evitare difficoltà poi nel riposizionarli nel tronchetto, non trovando il giusto incastro.

A termine di questo si avrà il seguente risultato:

tronchetto-3.jpg
tronchetto-3.jpg (416.16 KiB) Osservato 7680 volte


In posizione verticale:

tronchetto-4.jpg
tronchetto-4.jpg (146.19 KiB) Osservato 7680 volte


Fase 4: A questo punto, si possono lasciare da parte i 2 dischetti, e procedere con lo spacco a metà. Posizionando il tronchetto in maniera verticale, con una scure dividerlo in 2 metà. Per una maggior precisione ci si può servire di una mazza per colpire la scure che è già con lama appoggiata sul legno.

tronchetto-5.jpg
tronchetto-5.jpg (421.47 KiB) Osservato 7680 volte


Nel mio caso in questo tronchetto di douglas, il durame era già di suo marcescente, perciò lo spacco e poi lo scavo sono risultati facili.

tronchetto-6.jpg
tronchetto-6.jpg (95.65 KiB) Osservato 7680 volte


Altro tipo di tronchetto di Robinia, sano e duro. Il legno si presenta piuttosto fibroso e questo facilità il tutto.

tronchetto-7.jpg
tronchetto-7.jpg (403.69 KiB) Osservato 7680 volte
Allegati
tronchetto-8.jpg
tronchetto-8.jpg (144.49 KiB) Osservato 7680 volte
Parus
Aquila
 
Messaggi: 1636
Iscritto il: 30/05/2009, 21:21
Località: Vicenza



Re: Costruzione tronchetti nido

Messaggioda Parus » 05/10/2009, 19:19

Fase 5: Per facilitare l'operazione di scavo, con la motosega, operare dei tagli longitudinali (circa 3 )alle 2 metà di tronchetto. Prestare particolare attenzione, evitando di correre troppo in profondità con la catena, e aver cura di lasciare sempre almeno 2-3 cm di spessore, per i bordi.

tronchetto-a.jpg
tronchetto-a.jpg (183.59 KiB) Osservato 7679 volte


Le operazioni diciamo così più "grezze" da eseguire all'esterno, sono completate. Ora restano tutte le fasi da banco. Per queste, serviranno tutti gli attrezzi elecanti nella fase n° 1 (mi scuso sempre le pessime fotografie)

Fase 6: Ora si procederà con lo scavo vero e proprio. Di tutto il lavoro è la parte più stancante e lunga, ma vedrete che ne varrà la pena! :) Inizialmente usare un martello pesante, e uno scalpello di ferro, (lungo almeno 30 cm). Si dovranno togliere i "listelli" creati con la motosega. Per semplicità, togliere poco legno per volta, non un listello intero al colpo, in quanto la discesa dello scalpello nel legno non è sempre così “fluida” e come si vorrebbe. Oltre al fatto che si può rovinare in un batter d’occhio tutto il lavoro, causa crepe dovute ai colpi.

tronchetto-b.jpg
tronchetto-b.jpg (391.58 KiB) Osservato 7679 volte


Tolti tutti i listelli, in tutte è 2 le metà del tronchetto, si può rifinire con scalpelli a legno per rendere la superficie più liscia e togliere le irregolarità.

tronchetto-c.jpg
tronchetto-c.jpg (122.03 KiB) Osservato 7679 volte


tronchetto-d.jpg
tronchetto-d.jpg (120.78 KiB) Osservato 7679 volte


Termino per ora qui;
Parus
Aquila
 
Messaggi: 1636
Iscritto il: 30/05/2009, 21:21
Località: Vicenza



Re: Costruzione tronchetti nido

Messaggioda Alessandro Landi » 05/10/2009, 20:44

Grande Flavio :shock: veramente eccezionale questa guida, complimentoni, molto molto interessante e ben fatta ;)
aspetto con ansia anche il resto ma nel frattempo puoi anticiparci quali soggetti hai ospitato in questo genere di nido?
la Cincia Bigia per esempio c'è dalle tue parti ? usa questi nidi? 8-)
il libro che citi all'inizio è un bel pò che l'ho ordinato ma ancora non mi è arrivato, forse devono ristamparlo
Avatar utente
Alessandro Landi
Amministratore
 
Messaggi: 4266
Iscritto il: 03/01/2009, 16:41
Località: Toscana


BY-2016: Punti (3)
Archivio: Nidi (31)
Files: Schede (30)

Re: Costruzione tronchetti nido

Messaggioda Parus » 05/10/2009, 22:14

Fase 7: Per prima cosa, scegliere una metà per creare il foro di ingresso del nido. Il foro, va fatto dai 15 ai 20 cm dal fondo del nido, quindi misurarli dal bordo inferiore del metà tronchetto. Servirsi di un trapano elettrico, che monta o frese a tazza o punte a lancia. Le frese a tazza che ho utilizzato io, sono quelle più economiche e esclusivamente da legno..pertanto non sono minimamente paragonabili alle vere frese a tazza in acciao, oltretutto molto più costose. Nonostante ciò, se si è sprovvisti di frese, per il tipo di fori che si fanno in questo lavoro consiglio di acquistare quelle meno costose. In alternativa alle frese, esistono in commercio particolari punte chiamate "a lancia". Queste sono piatte, forano solo legno o comunque derivati o plasticati, e costano poco (4-5 euro).
I diametri da scegliere: sono fondamentalmente 3; da 28, 32, e 40 mm I primi 2 ottimi per tutte le cincie, passeri e altri piccoli passeriformi, l'ultimo va creato in un numero di nidi limitato in quanto le specie che gradiscono un passaggio largo sono meno frequenti, o comunque hanno una nicchia ecologica ristretta confronto alle specie elencate prima.
I diametri da 28 e 30/32 mm esistono anche sulle punte a lancia (molto più maneggevoli e di facile utilizzo), mentre i diametri maggiori si trovano solo su frese normali.
Sottolineo di prestare particolare cautela nell' utilizzo di questi utensili.

Serrando la metà del tronchetto scelta per il foro in morsa, opero con il foro:

tronchetto-nido-01.jpg
tronchetto-nido-01.jpg (406.63 KiB) Osservato 7678 volte


con la punta:

tronchetto-nido-02.jpg
tronchetto-nido-02.jpg (160.76 KiB) Osservato 7678 volte


Fase 8: Unire le 2 metà del tronchetto; stendere un po' di colla vinilica sui bordi paralleli di ogni metà, (vedi foto) e trovare il giusto incastro tra le 2. Con l'utilizzo di un morsetto tenere le 2 metà ben unite tra loro, quasi da far sbocciare la colla dalle parti per la pressione.

tronchetto-nido-03.jpg
tronchetto-nido-03.jpg (153.19 KiB) Osservato 7678 volte


Munirsi di piastrine metalliche e viti a legno. Posizionare le piastrine tra il taglio creato dalle 2 metà, e fissare con le viti. Fare questo solo nella parte superiore del tronchetto e aiutarsi comunque con il morsetto.

tronchetto-nido-04.jpg
tronchetto-nido-04.jpg (137.62 KiB) Osservato 7678 volte


tronchetto-nido-05.jpg
tronchetto-nido-05.jpg (159.34 KiB) Osservato 7678 volte


Fase 9: fissaggio del fondo. Utilizzare circa 4-5 viti a legno (lunghezza 8-10 cm) per fissare il dischetto. Controllare che si adatti nelle forme al tronchetto, e avvitare. Non è necessaria la colla. A questo punto il morsetto può essere rimosso, l'intero blocco è saldo.

tronchetto-nido-06.jpg
tronchetto-nido-06.jpg (392.27 KiB) Osservato 7678 volte


Buona abitudine è quella di praticare 1-2 fori con una punta da 10 mm, sul fondo, per evitare ristagni di acqua entata nel nido accidentalmente.

Fase 10: Fissaggio del tetto; Con il dischetto di legno rimanente creiamo il tetto. Sempre controllando l'adattamento delle forme al tronchetto, lo posizioniamo e fissiamo una cerniera metallica che ci consentirà di aprirlo.

tronchetto-nido-07.jpg
tronchetto-nido-07.jpg (402.18 KiB) Osservato 7678 volte


Può risultare necessario talvolta asportare un po' di corteccia , cosicchè le viti tengano su legno compatto il più possibile.

Fase 11: Siamo giunti al termine; Ora mancano gli ultimi piccoli ritocchi, quali guaina per il tetto, occhielli, e gancetti.
La guaina catramata va ritagliata con un cutter della stessa forma del tetto; Tenere 2 cm abbondanti in più sporgenti, per evitare che le pareti del nido si bagnino eccessivamente anche con pioggie tranquille. La guaina io la fisso con la colla a caldo, e per sicurezza ci pianto qualche chiodino a testa larga.

Gli occhielli, sono da avvitare ai lati del tronchetto, ad un altezza dal pavimento di circa 18- 22 cm, ma queste sono misure assolutamente variabili. Uno opposto all'altro (uno a destra e uno a sinistra) serviranno per ancorare il nido al supporto con del filo di ferro.
Consiglio occhielli con un filetto da avvitare lungo almeno 2,5 cm per ogni evenienza (il legno si deforma facilmente e visto che sono gli unici che sorreggono il tutto è bene che siano saldi e sicuri, anche più del dovuto)

I gancetti, sono quasi un optional.In commercio almeno per me sono un po' difficili da reperire, o comunque sono piuttosto costosi. In ogni caso, si rivelano utili perchè garantiscono la chiusura del nido in tutta sicurezza, così da scoraggiare animali e persone troppo curiose ad aprire il tetto. Su tronchetti poi è bene metterli, anche perchè il tetto di suo pesa un bordello (non come per le casette nido classiche).

A questo punto io ho terminato, mi pare di avere detto tutto. Mi scuso già per eventuali errori di battitura, e per frasi magari poco chiare.
Per qualsiasi domanda e chiarimento sono disponibile.
Per quanto riguarda le modalità di installazione ecc, vale quanto si dice per le casette nido normali. Comunque anche qui, si può spiegare in maniera più dettagliata, dato che ormai siamo in periodo installazioni :roll: :)
Ciao
Flavio
Parus
Aquila
 
Messaggi: 1636
Iscritto il: 30/05/2009, 21:21
Località: Vicenza



Re: Costruzione tronchetti nido

Messaggioda morbo di schlatter » 05/10/2009, 22:21

Bravo flavio...complimenti :D , bello e difficile da realizzare....il post è molto utile, ma dubito che ci saran molte persone che proveranno ad emularti, però grazie per averci dato un ottimo spunto ;)
Ciao Luca
morbo di schlatter
Passero solitario
 
Messaggi: 258
Iscritto il: 07/09/2009, 23:31



Re: Costruzione tronchetti nido

Messaggioda Parus » 05/10/2009, 22:41

Dimenticavo una semplice foto del gancetto per la chiusura del tetto;

Immagine

Giustamente posto la foto di un tronchetto completamente ultimato (quello in foto è stato uno delle mie prime creazioni, in ciliegio e occupato adirittura da torcicollo e picchio muratore.Non ha gli occhielli di cui parlavo nella guida, immaginateli uno a destra e uno a sinistra).
Come si nota, sul foro può venire applicata una lamierina metallica con funzione "antipredatoria" per ghiri e picchi. In fori piccoli conviene metterla, perchè essendo appunto piccoli vengono più facilmente allargati e rovinati per entrare. Comunque sia, la lamierina oltre a protrezione può dare anche un tocco in più all'estetica, dipende da che punto la si vuol vedere.
La targhetta col codice, la metto perchè li registro in delle schede e le installazioni se posso le eseguo accuratamente, quindi per riconoscerli tra tanti.

Ciao
Parus
Aquila
 
Messaggi: 1636
Iscritto il: 30/05/2009, 21:21
Località: Vicenza



Re: Costruzione tronchetti nido

Messaggioda Parus » 05/10/2009, 22:44

e la foto scusate :oops:
Allegati
tronchetto-nido-finito.jpg
tronchetto-nido-finito.jpg (204.66 KiB) Osservato 7677 volte
Parus
Aquila
 
Messaggi: 1636
Iscritto il: 30/05/2009, 21:21
Località: Vicenza



Re: Costruzione tronchetti nido

Messaggioda Alessandro Landi » 06/10/2009, 13:46

huuuu!!! :shock: hai già postato anche la seconda parte, complimentoni ancora, bellissima guida e molto bello anche il nido finito, ha un che di artistico :D

ti ave già fatto qualche domanda tra il primo e secondo tempo ma probabilmente è rimasta un pò nascota quindi ti riquoto il messaggio :D
Alessandro Landi ha scritto:Grande Flavio :shock: veramente eccezionale questa guida, complimentoni, molto molto interessante e ben fatta ;)
aspetto con ansia anche il resto ma nel frattempo puoi anticiparci quali soggetti hai ospitato in questo genere di nido?
la Cincia Bigia per esempio c'è dalle tue parti ? usa questi nidi? 8-)
il libro che citi all'inizio è un bel pò che l'ho ordinato ma ancora non mi è arrivato, forse devono ristamparlo
Avatar utente
Alessandro Landi
Amministratore
 
Messaggi: 4266
Iscritto il: 03/01/2009, 16:41
Località: Toscana


BY-2016: Punti (3)
Archivio: Nidi (31)
Files: Schede (30)

Re: Costruzione tronchetti nido

Messaggioda Parus » 06/10/2009, 22:17

Ciao Alessandro,
ti ringrazio :) , dei complimenti , è una guida un po' così :roll: alla buona, comunque se qualcuno mai vorrà cimentarsi nella gloriosa impresa spero possa capirci qualcosa 8-) . Ringrazio anche morbo di schlatter per i complimenti. :P

Il libro...mi spiace non sia ancora arrivato, ma da quanto lo aspetti?? L'hai ordinato dove? cioè in libreria o in qualche emporio di qualche associazione? Comunque sia aspettalo con ansia :lol: vale la pena. An controlla anche che ci sia il poster in A 3 dentro, sennò reclama! :P

Questa tipologia di nidi è la preferita da parte degli uccelli. Infatti i tronchetti nelle loro forme e colori sono quelli che più rispecchiano i rami o i tronchi con cavità presenti, in natura. Confrontandoli con le casette nido classiche , si notano profonde differenze che gli uccelli prendono come scelte di vita per riprodursi. La casetta nido classica ha forme molto regolari e squadrate se vogliamo, le tavole danno un senso di artificialità e la superficie interna ed esterna al nido è perfettamente levigata e priva di screpolature o appigli. Tutto ciò caratterizza un certo svantaggio nei confronti degli uccelli che in natura di certo non si trovano di fronte a costruzioni simili per riprodursi.
Nonostante tutto, da decenni molte specie utilizzano le classiche casette nido al posto talvolta dei rifugi naturali! Esempio del Torcicollo, che in certe zone la sua riproduzione è dipesa ad un certo punto , soltanto dai nidi artificiali. L'occupazione delle casette è quindi merito di una grande adattabilità di numerose specie a nidificare anche in "ricoveri" non proprio naturali; Data la prova certa che è garantita una protezione sicura da preadatori e mal tempo, ecco il fenomeno.

Ritornando ai tronchetti, si è visto che l'occupazione di questi è molto alta e vengono posti in primo piano confrontandoli con i nidi classici. Gli uccelli li vedono come più naturali per l'appunto, e di conseguenza li preferiscono. Oltre a questo, attirano una più vasta gamma di specie; Alcune specie come il picchio muratore, la cincia dal ciuffo la mora e la bigia, apprezzerebbero quasi esclusivamente solo la presenza di tronchetti. (le specie quindi meno confidenti con i nidi artif in genere)
Concludendo, i tronchetti garantiscono più soddisfazioni al di la della zona , della fortuna e della presenza o meno di specie particolari.....il problema è farli, e produrli in serie come facilemente si fa per le casette non è facile, anzi quasi quasi da pazzi. 8-) (come me :roll: :oops: ;) )

Ciao
Flavio
Parus
Aquila
 
Messaggi: 1636
Iscritto il: 30/05/2009, 21:21
Località: Vicenza



Re: Costruzione tronchetti nido

Messaggioda Alessandro Landi » 06/10/2009, 22:35

morbo di schlatter ha scritto:Bravo flavio...complimenti :D , bello e difficile da realizzare....il post è molto utile, ma dubito che ci saran molte persone che proveranno ad emularti, però grazie per averci dato un ottimo spunto ;)
Ciao Luca

hehe... stai sottovalutando la pazzia delle persone... tempo e materiale permettendo io penso propio che ci proverò 8-)
e probabilmente passerò dall'attuale status di "maniaco che gira per i boschi camuffato con la rete mimetica" allo status di "maniaco che gira per i boschi con la motosega" :shock:

@Flavio: la guida è perfetta, con ottime descrizioni ed illustrazioni, più chiara di così era impossibile ;)
il libro l'ho ordinato il 7 luglio dal sito unilibro ma a metà settembre non avendolo ancora ricevuto l'ho disdetto per ordinarlo direttamente dal sito della casa editrice... ma ancora niente, vabbe se arriva bene altrimenti sopravviverò :roll:
Avatar utente
Alessandro Landi
Amministratore
 
Messaggi: 4266
Iscritto il: 03/01/2009, 16:41
Località: Toscana


BY-2016: Punti (3)
Archivio: Nidi (31)
Files: Schede (30)

Re: Costruzione tronchetti nido

Messaggioda marxso » 23/10/2009, 23:03

Che bel lavoro hai fatto! :D

Ho già gli utensili adatti.. il mio problema è che non sarò in grado di abbattere l'albero.
Avatar utente
marxso
Passero solitario
 
Messaggi: 200
Iscritto il: 15/09/2009, 21:07
Località: Carso triestino


Files: Schede (3)

Re: Costruzione tronchetti nido

Messaggioda Parus » 23/10/2009, 23:34

Ciao,
marxso ehehe mi fai sorridere 8-) . L'albero, povero, meglio lasciarlo dov'è, fatti una bella passeggiata tra i boschi e vedrai che trovi il legno che fa a caso tuo :P
Saluti
Flavio
Parus
Aquila
 
Messaggi: 1636
Iscritto il: 30/05/2009, 21:21
Località: Vicenza



Re: Costruzione tronchetti nido

Messaggioda Alessandro Landi » 06/11/2009, 21:19

oggi mentre tagliavo un pò di catasta per l'inverno con una sega a nastro cosa ti vedo tra la legna?
dei simpatici tronchetti che sembravano fatti a posta per ricavarne dei nidi..

ho avuto come un raptus e zac! :motosega:
ecco cosa è saltato fuori

tronchetti-01.jpg
tronchetti-01.jpg (175.56 KiB) Osservato 7676 volte


quello a destra è di ciliegio mentre quello a sinistra è di quercia, saranno un pò duri da svuotare ma penso che con la sega a disco che si vede in foto dovrei dargli una bella botta :think:

Con le misure sono stato un pò più lungo rispetto alle indicazioni di Flavio ma ad accorciare sono sempre in tempo :smokingsombrero:
Avatar utente
Alessandro Landi
Amministratore
 
Messaggi: 4266
Iscritto il: 03/01/2009, 16:41
Località: Toscana


BY-2016: Punti (3)
Archivio: Nidi (31)
Files: Schede (30)

Prossimo

Torna a Birdgarden e Nidi artificiali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

cron