Mangiatoia autocostruita con una buona autonomia

Discussioni su come attirare gli uccelli nel nostro birdgarden con mangiatoie, abbeveratoi, posatoi, nidi artificiali, ecc. + foto e video ivi realizzate

Mangiatoia autocostruita con una buona autonomia

Messaggioda Alessandro Landi » 14/01/2009, 15:26

Tempo fà stavo pensando a come costruire una mangiatoia che garantisse qualche giorno di autonomia e che conservasse i semi asciutti e puliti..., ebbene dopo alcune notti insonni ecco il risultato:

mangiatoia1.jpg
mangiatoia1.jpg (185.18 KiB) Osservato 957 volte


il prototipo della fotografia per il momento funzione molto bene, l’unica cosa da migliorare è la base, i passeri tendono a tirare fuori parecchi semi alla volta e la base del prototipo risulta essere troppo piccola quindi molti semi escono fuori, per il resto i semi all’interno delle 2 bottiglie da 2 litri si mantengono belli asciutti ed escono poco alla volta grazie alle 2 piccole fessure di circa 1 cm quadrato eseguito con delle tronchesine in corrispondenza della filettatura delle bottiglie e del tappo...

mangiatoia2.jpg
mangiatoia2.jpg (84.99 KiB) Osservato 957 volte
Avatar utente
Alessandro Landi
Amministratore
 
Messaggi: 4268
Iscritto il: 03/01/2009, 16:41
Località: Toscana


BY-2016: Punti (3)
Archivio: Nidi (31)
Files: Schede (30)

Re: Mangiatoia autocostruita con una buona autonomia

Messaggioda LaFaina » 01/02/2009, 16:01

Cavolo che lavorazione! Ciao sono nuovo mi sono appena registrato ma è un pò che ti seguo, soprattutto per consigli, sei molto disponibile con tutti e questo mi ha spinto a registrarmi da te. Io vivo a milano ma ho la fortuna di avere un giardino abbastanza grande e ad ottobre del 2008 ho cominciato a piazzare mangiatoie a cilindro con semi vari all'intero seppur con poca speranza di vedere "clienti" diversi dai soliti merli o peggio picciono. A natale invece la sorpresa! Un gruppetto di 4-5 cinciallegre (credo) e un pettirosso!! Incredibile, in piena città! Puoi immaginare la mia sorpresa, ho deciso di incrementare con una casetta mangiatoia con semi di girasole. Già da tempo avevo installato due casette nido da me costruite, chissà che adesso non vengano frequentate. Mi sei stato veramente utile, coninuerò a scriverti.
Molto spesso l'uomo, consapevole o ignaro, ha arrecato danno alla natura. La riparazione dei danni non può né deve restare solo un hobby, ma un atteggiamento universalmente riconosciuto e perseguito.
Avatar utente
LaFaina
Falco a metà
 
Messaggi: 917
Iscritto il: 01/02/2009, 15:51
Località: Milano



Re: Mangiatoia autocostruita con una buona autonomia

Messaggioda LaFaina » 01/02/2009, 19:57

Comunque ne ho due "simili" come sistema ma più piccolcon, cilindrici trasparenti e dei fori dosatori alla base con trespoli integrati. C'è una tua foto con quel modello nel tuo terreno, ma per i miei "clienti" la quantità è sufficiente, in quelle bottiglie ci saranno quasi 2 kg di semi!? :shock:
Molto spesso l'uomo, consapevole o ignaro, ha arrecato danno alla natura. La riparazione dei danni non può né deve restare solo un hobby, ma un atteggiamento universalmente riconosciuto e perseguito.
Avatar utente
LaFaina
Falco a metà
 
Messaggi: 917
Iscritto il: 01/02/2009, 15:51
Località: Milano



Re: Mangiatoia autocostruita con una buona autonomia

Messaggioda Alessandro Landi » 01/02/2009, 21:36

Ciao LaFaina!,
si, hehe quella mangiatoia può servire a chi non è presente tutti i giorni sul posto, diversamente le mangiatoie come hai te vanno benissimo
per quanto riguarda le casette nido per la cinciallegra se le tue sono del tipo adatte alla specie e le piazzi in un raggio di 6-7 metri dalle mangiatoie imho le probabilità che vengano occupate sono molto alte ;)
Avatar utente
Alessandro Landi
Amministratore
 
Messaggi: 4268
Iscritto il: 03/01/2009, 16:41
Località: Toscana


BY-2016: Punti (3)
Archivio: Nidi (31)
Files: Schede (30)

Re: Mangiatoia autocostruita con una buona autonomia

Messaggioda LaFaina » 01/02/2009, 21:54

In realtà ho paura che il foro sia un pò grandino rispetto ai modelli già fatti però non credo che nel mio giardino ci sia così tanta competizione tra specie, poi le casette sono 4.
Molto spesso l'uomo, consapevole o ignaro, ha arrecato danno alla natura. La riparazione dei danni non può né deve restare solo un hobby, ma un atteggiamento universalmente riconosciuto e perseguito.
Avatar utente
LaFaina
Falco a metà
 
Messaggi: 917
Iscritto il: 01/02/2009, 15:51
Località: Milano



Re: Mangiatoia autocostruita con una buona autonomia

Messaggioda Alessandro Landi » 01/02/2009, 22:05

Il foro ideale per le cinciallegre sarebbe di 3,2 cm di diametro ma non credo siano troppo pignole, posta qualche foto dei tuoi nidi per capire se possono essere adatti o no ;)
Avatar utente
Alessandro Landi
Amministratore
 
Messaggi: 4268
Iscritto il: 03/01/2009, 16:41
Località: Toscana


BY-2016: Punti (3)
Archivio: Nidi (31)
Files: Schede (30)

Re: Mangiatoia autocostruita con una buona autonomia

Messaggioda LaFaina » 02/02/2009, 21:38

Tempo da lupi qui a Milano, ho appena montato il compostatore alle 8 di sera sotto la pioggia-neve e domattina se riesco inchiodo la nuova casetta a muro bella in alto ma forse no, è il loro momento d'azione e preferisco non disturbare. Mi devo muovere però che qui c'è fermento in vista della primavera, tra un mese circa si sveglieranno le tartarughe e penso che banchetteranno tutti quanti coi lombrichi e vermi "operai" del compostaggio. Non vedo l'ora di assistere allo spettacolo!
Molto spesso l'uomo, consapevole o ignaro, ha arrecato danno alla natura. La riparazione dei danni non può né deve restare solo un hobby, ma un atteggiamento universalmente riconosciuto e perseguito.
Avatar utente
LaFaina
Falco a metà
 
Messaggi: 917
Iscritto il: 01/02/2009, 15:51
Località: Milano




Torna a Birdgarden e Nidi artificiali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite