il nido del Codirosso

Discussioni su come attirare gli uccelli nel nostro birdgarden con mangiatoie, abbeveratoi, posatoi, nidi artificiali, ecc. + foto e video ivi realizzate

il nido del Codirosso

Messaggioda Alessandro Landi » 10/06/2009, 19:56

Immagine

Il Codirosso è un migratore che arriva a primavera da molto lontano (dalle savane Africane), e quando arriva mi sembra doveroso fargli trovare qualche casetta già pronta per essere imbottita... considerando che anche lui è un soggetto che sta subendo una forte diminuzione demografica sempre a causa della mancanza di alberi maturi con cavità adatte alla sua nidificazione, infatti il primo anno che ho messo dei nidi adatti alle sue esigenze ne ha subito approfittato, anzi a dire il vero un paio di anni fa approfittò anche dell’improbabile nido che avevo messo sul terrazzo di cucina ( http://www.alessandrolandi.com/forum/viewtopic.php?f=2&t=17).

Il Codirosso oltre ai nidi artificiali usufruisce volentieri anche degli abbeveratoi, l’estate scorsa, soprattutto la femmina e i giovani, venivano spesso a rinfrescarsi alla mia pozza artificiale

La qualità della foto non è granchè ma credo che stia già facendo la seconda covata e spero di riuscire a fare di meglio
Avatar utente
Alessandro Landi
Amministratore
 
Messaggi: 4268
Iscritto il: 03/01/2009, 16:41
Località: Toscana


BY-2016: Punti (3)
Archivio: Nidi (31)
Files: Schede (30)

Re: il nido del Codirosso

Messaggioda Parus » 11/06/2009, 22:15

Ciao,
complimentissimi per lo scatto, seppure come dici tu non è di qualità massima (secondo un fotografo ;) ). Vedo che ha utilizzato il nido modello specifico per codirossi, che si sviluppa orrinzontalmente con il lato più lungo. Tipico foro quadrato 5 x 5 cm, bel lavoro :D Io a dirti la verità coi codirossi non vado molto "daccordo" :lol: dato che faccio fatica ad indirizzarli sulle casette che vorrei...e quelle volte che magari nidificano su uno dei miei nidi la covata non sempre va a buon fine.
Ho costruito pochi modelli specifici (come quello tuo in foto), e su quelli che fatto li ho predisposti con una scatolina a fianco per posizionare la telecamera e riuscire a filamre dentro il nido.(come telecamera utilizzo la solita macchina digitale, nulla di che). Il problema sta, che mai mi ha nidificato in questi nidi studiati per lui, quindi niente documentazione. Mi ha nidificato in qualche trochetto, e quest'anno adirittura in un nido gigante che dovrebbe invece ospitare upupe e assioli. Ha persino cominciato a portare il nido nella casetta a camino per allocco!
E' tra l'altro terriotoriale, e la sua zona di nidificazione ogni anno è la solita, con confini ben stabiliti.I nidi basandosi su questo, sono anche facili da collocare, bisogna vedere però se nella zona, ci sono altre potenziali cavità dove può nidificare. Ho provato di persona da 3 anni (anche questa primavera) che nonostante abbia messo a disposizione casette classiche, un tronchetto, un modello specifico nella sua zona (che è casa mia), preferisce sempre nidificare in fori nei muri (in proprietà del vicino di casa :x ). I fori nei mattoni di cemento sono molto gettonati, e scarta le casette ben più comode e riparate (secondo noi, per lui se va bene così va bene così :lol: )

Nonostante faccia fatica magari un po' per sfortuna a seguire una covata di codirosso completa, per ben 2 anni di fila ho avuto la fortuna di seguire la stessa coppia di codirossi parasitizzata dal cuculo...davvero magnifico!Un pullo grosso, verso la fine dello svezzamento come una quaglia poco meno, nutrito incessantemente da i genitori che non si danno tregua. Queste esperienze col cuculo le ho seguite quando la coppia nidificava in un buco molto grosso di un muro, in modo che anche la femmina di cuculo potesse entrare per deporre il suo famoso unico uovo. Per questi eventi, ho costruito una casetta specifica con predisposizione telecamera, però con foro quadrato allargato, (8 x 8 cm) cosìcchè se avesse nidificato li, la cucula poteva entrare nella casetta nido. Non è mai successo nulla infine :roll:
Ti mando una foto che ritrae uova e pulli di pochi giorni e una foto della fine che hanno fatto causa calabrone nel nido, (foto datata) e una femmina in cova nel nido per upupe, con relativi piccoli. l' ultima foto è del nido con foro più grande per farci entrare il cuculo (qualità pessima, però significative)

Immagine

Immagine

Immagine

http://img189.imageshack.us/img189/71/c ... oupupa.jpg

Immagine

Immagine


Ciao
Flavio
Parus
Aquila
 
Messaggi: 1636
Iscritto il: 30/05/2009, 21:21
Località: Vicenza



Re: il nido del Codirosso

Messaggioda Alessandro Landi » 11/06/2009, 23:21

Mannaggia... questi Calabroni sono propio bastardi :x , però forse ho trovato una soluzione a questo problema... nell'orto/frutteto in cui installo i nidi ho messo anche alcune trappole per le mosche di quelle fatte da una bottiglia di plastica in cui mettere un'esca dentro e l'apposito tappo che permette alle mosche di entrare ma non di uscire... le ho messe lontano dai nidi perchè altrimenti potrebbero funzionare da spaventapasseri ma in alcune di queste trappole ho visto che ci sono cascati anche i calabroni :shock: sembra propio che ai calabroni piaccia molto la Birra Moretti che appunto ho usato come esca nelle trappole in cui sono caduti :twisted:

Belle anche le tue foto ;) penso propio che ti ruberò l'idea del nido con la scatola per la fotocamera 8-)
Avatar utente
Alessandro Landi
Amministratore
 
Messaggi: 4268
Iscritto il: 03/01/2009, 16:41
Località: Toscana


BY-2016: Punti (3)
Archivio: Nidi (31)
Files: Schede (30)

Re: il nido del Codirosso

Messaggioda Parus » 12/06/2009, 12:50

Ciao,
la misi anche io una sorta di trappola per i calabroni, vicino al tronchetto deli quale hai visto le foto delle uova e dei pulli...(poi morti); avevo semplicemente preso una bottiglietta vuota da mezzo litro, riempita con 1 cm di miele, e appesa con un filo di ferro ad una pianta, senza tappo ovviamente. L'ho messa però troppo tardi, perchè il calabrone, l'unico calabrone ormai aveva già fatto dimora fissa nel nido. L'ho lasciata poi sempre appesa è qualche altro individuo riuscivo a prenderlo.
Avevo sentito anche io, con la birra, non ho mai provato, è anche meno da "spreco" fare l'esca con la birra anzichè col miele.....almeno poi quella che rimane te la scoli :lol: :D
Io dal nido l'ho messa lontana solo 3-4 mt, il discorso che possono fungere da spaventapasseri può anche essere vero, comunque dopo pochi minuti gli uccelli si abituano senza problemi....se si tratta di cincie poi, di sicuro appena vedono la bottiglietta, ci vanno sopra di botto per vedere cosa ce dentro :roll:

Una cosa che mi è dispiaciuta molto, quando ho svuotato la bottiglia dal vecchio miele, è stata trovare ben 2 lucertole morte annegate (nel miele) all'interno. Ad attirarle credo siano stati gli innumerevoli moscerini che oltre ai calabroni vengono attirati, e sono scivolate dentro e poi incapaci di ritornare su...credo quindi nel caso si volglia fare largo uso di queste bottigliette trappola, bisogna tener conto di questo problema, scegliendo magari i luoghi più idonei.


Non ho presente invece le trappole per mosche che dici tu...cioè le ho viste ora su internet, ma non ho capito bene il meccanismo..sono efficaci anche per i colabroni dici?

Riguardo la scatolina per la telecamera, è una cosa interessante, parlando con te, che tecnicamente di certo ne sai molto di più, possiamo trovare una soluzione per fare qualcosa di carino :)
Ciao
Flavio
Parus
Aquila
 
Messaggi: 1636
Iscritto il: 30/05/2009, 21:21
Località: Vicenza



Re: il nido del Codirosso

Messaggioda Alessandro Landi » 12/06/2009, 14:18

la trappola che metto io è questa http://www.taptrap.com/, in pratica è un tappo speciale da mettere a qualunque bottiglia di plastica dell'acqua minerale, gli insetti entrano ma poi non riescono ad uscire, le avevo messe anche l'anno scorso e non c'ho mai trovato lucertole dentro, come esca in alcune metto l' aceto e in altre la birra, all' inizio di questa stagione avevo provato una birra più economica ma non è risultata molto efficace, poi ho messo la Birra Moretti che per qualche misterioso motivo sembra essere moto più gradita agli insetti e ai calabroni.
Per il nido con lo spazio per la fotocamera per ora è solo un'idea, magari vedo di trovare maggiori informazioni su internet...
Avatar utente
Alessandro Landi
Amministratore
 
Messaggi: 4268
Iscritto il: 03/01/2009, 16:41
Località: Toscana


BY-2016: Punti (3)
Archivio: Nidi (31)
Files: Schede (30)

Re: il nido del Codirosso

Messaggioda Alessandro Landi » 30/06/2009, 14:57

Purtroppo come ho scritto anche nell'articolo sul sito http://www.alessandrolandi.com/2009/06/ ... nale-2009/
l'altro giorno ho trovato il nido del Codirosso in pessime condizioni, sopra il tetto c'erano molte penne e una parte del tetto era stata rotta
Immagine

fortunatamente all'interno c'erano ancora 4 pulli sani e salvi però credo che almeno 1 pullo e la madre siano stati catturati :cry:
Immagine

il nido è più o meno questo http://www.ebnitalia.it/qB/QB003/pic003/codirosso6.jpg ed all'interno avevo aggiunto una pedana inclinata per renderlo antipredazione.. prendendo spunto da quest'altro nido (dove c'e appunto la pedana inclinata) http://www.birdgardening.it/nidi/doppio ... oro_2.html

Il sistema antipredazione sembra aver funzionato anche se solo parzialmente considerando che il predatore non è riuscito ad estrarre tutto il contenuto del nido, ora mi chiedevo come migliorarlo ulteriormente, pensavo di ridurre le dimensioni del foro che ora mi sembrano essere 5x5cm... quali sono le dimensioni minime del foro d'ingresso gradite al Codirosso? ed aumentando la profondità del nido e quindi la distanza tra il foro e la nicchia per le uova si rischia che il Codirosso non lo gradisca più? altri suggerimenti?

grazie :)
Avatar utente
Alessandro Landi
Amministratore
 
Messaggi: 4268
Iscritto il: 03/01/2009, 16:41
Località: Toscana


BY-2016: Punti (3)
Archivio: Nidi (31)
Files: Schede (30)

Re: il nido del Codirosso

Messaggioda Parus » 02/07/2009, 12:21

Ciao,
complimentissimi!!! io di codirossi a quello stadio di vita non ne ho mai fotografati :cry: , motivi svariati, o per predazione del nido, o per mio poco tempo ad andare a vederli. Belli prorpio :)
Le piumette sopra al nido, non te le saprei spiegare, le cause possono essere molteplici, probabilmente si, come dici c'è stata qualche predazione, speriamo no la mamma però! E dici che anche un pullo può essere deceduto...hai notato che ne manca uno? o hai trovato il cadaverino?
Importante per ora, che quei 4 pulli riescano ad involarsi, e raggiungere l'indipendenza. Il nido che hai costruito (modello specifico per codirossi) è ben fatto; il disegno tecnico che hai seguito, lo riconosco bene, si trova in un magnifico libro intitolato "Nidi artificiali", del quale conosco uno dei tre autori; e devo dire che l'amicizia che ho con questo autore è davvero magnifica, per la disponibilità che ha nei miei confronti a ogni mia domanda, o semplicemente per scambairci fotografie e opinioni :) Mi capita di andare a trovarlo qualche volta a casa, e li si, che si possono vedere tutti i modelli possibili di nidi artificiali in un colpo solo! :shock: Chiudendo la riflessione, ti consiglio di acquistare questo testo, che a livello italiano è il massimo in tema nidi artifciali http://www.unilibro.it/find_buy/findres ... fabio_.htm

La piccola pedana antipredazione, non l'ho mai messa, in alcun nido. Ho costruito qualche casetta con il davanzale sporgente, come la tua con la foto del torcicollo che esce dal foro, ma non ho mai riscontrato tanta efficacia. Anzi spesso i ghiri entravano proprio nelle casette, con tale modifica :?
La pedana interna, credo funzioni bene come scorrimento dell'acuqa piovana, come antipredazione non posso dire nulla, tu ti sei trovato bene? hai riscontrato efficacia contro predatori? Ho dato un occhio al sito http://www.birdgardening.it/nidi/doppio ... oro_2.html però non so, non mi convince un gran che. A mio parere, ma ripeto non azzardo troppo perchè non ho mai provato, questi sistemi con le pedane sono trascurabili ai fini della predazione. Perchè di fatto che ostacolo creano contro ghiri, martore, o gatti??
Per quanto riguarda il foro di ingresso per codirossi, 5 x5 cm va bene, potresti provare più piccolo tipo 4x4 cm in teoria passa....però considera che il foro è quadrato quindi lui ha una prospettiva diversa come dimensione. Solitamente 5x5 cm è per fori quadrati, mentre 3,8 -4,0 cm e per fori circolari. Il minimo per codirosso e 3,2 cm , ma ci va in casi eccezionali, quando non c'è altro nido o si è preso tardi con la covata. (es occupa una casetta per cinciallegre)
Quello che dici a proposito di "allungare" il nido è una bella idea, però non lo allungherei più di 5 cm. Tieni conto che le misure dei nidi non sono rigide e standard, si può giocare con qualche cm in più o in meno, l' importante sono le dimensioni del foro di ingresso e l'altezza da foro a pavimento. Attenzione a non fare nidi eccessivamente voluminosi all'interno, cioè tanto spazio per nulla, perchè ci sarebbe dispersione di calore e e poi spreco di tavole per la costruzione.

Allungando il nido, e diminuendo il foro di ingresso, non si risolve purtroppo il problema predazione, in quanto se per il codirosso il minimo di foro è 4 cm un ghiro o una donnola ci passano comunque, come pure la zampa di un gatto. Secondo me, in questi casi (per codirossi) è opportuno scegliere bene bene il luogo dell'istallazione :)
A presto
Flavio
Parus
Aquila
 
Messaggi: 1636
Iscritto il: 30/05/2009, 21:21
Località: Vicenza



Re: il nido del Codirosso

Messaggioda Alessandro Landi » 02/07/2009, 14:26

Parus ha scritto:Le piumette sopra al nido, non te le saprei spiegare, le cause possono essere molteplici, probabilmente si, come dici c'è stata qualche predazione, speriamo no la mamma però! E dici che anche un pullo può essere deceduto...hai notato che ne manca uno? o hai trovato il cadaverino?

non sò se ne manchi uno o di più (non avevo aperto il nido prima) però ho trovato lì vicino dei resti che sembrano di un pullo... e la femmina non l'ho più vista portare cibo al nido

Parus ha scritto:Importante per ora, che quei 4 pulli riescano ad involarsi, e raggiungere l'indipendenza. Il nido che hai costruito (modello specifico per codirossi) è ben fatto; il disegno tecnico che hai seguito, lo riconosco bene, si trova in un magnifico libro intitolato "Nidi artificiali", del quale conosco uno dei tre autori; e devo dire che l'amicizia che ho con questo autore è davvero magnifica, per la disponibilità che ha nei miei confronti a ogni mia domanda, o semplicemente per scambairci fotografie e opinioni :) Mi capita di andare a trovarlo qualche volta a casa, e li si, che si possono vedere tutti i modelli possibili di nidi artificiali in un colpo solo! :shock: Chiudendo la riflessione, ti consiglio di acquistare questo testo, che a livello italiano è il massimo in tema nidi artifciali http://www.unilibro.it/find_buy/findres ... fabio_.htm

Lo prenderò senz'altro a breve ;)

Parus ha scritto:La pedana interna, credo funzioni bene come scorrimento dell'acuqa piovana, come antipredazione non posso dire nulla, tu ti sei trovato bene? hai riscontrato efficacia contro predatori? Ho dato un occhio al sito http://www.birdgardening.it/nidi/doppio ... oro_2.html però non so, non mi convince un gran che. A mio parere, ma ripeto non azzardo troppo perchè non ho mai provato, questi sistemi con le pedane sono trascurabili ai fini della predazione. Perchè di fatto che ostacolo creano contro ghiri, martore, o gatti??

Secondo me, nei confronti di predatori grossi che non riescono ad entrare nel nido ma usano le zampe per estrarne il contenuto, la pedana può essere utile... nel mio caso infatti, probabilmente grazie alla nicchia, il predatore non è riuscito ad agganciare e trascinare tutto il contenuto del nido... è una mia ipotesi... potrei anche sbagliarmi

Parus ha scritto:Per quanto riguarda il foro di ingresso per codirossi, 5 x5 cm va bene, potresti provare più piccolo tipo 4x4 cm in teoria passa....però considera che il foro è quadrato quindi lui ha una prospettiva diversa come dimensione. Solitamente 5x5 cm è per fori quadrati, mentre 3,8 -4,0 cm e per fori circolari. Il minimo per codirosso e 3,2 cm , ma ci va in casi eccezionali, quando non c'è altro nido o si è preso tardi con la covata. (es occupa una casetta per cinciallegre)
Quello che dici a proposito di "allungare" il nido è una bella idea, però non lo allungherei più di 5 cm. Tieni conto che le misure dei nidi non sono rigide e standard, si può giocare con qualche cm in più o in meno, l' importante sono le dimensioni del foro di ingresso e l'altezza da foro a pavimento. Attenzione a non fare nidi eccessivamente voluminosi all'interno, cioè tanto spazio per nulla, perchè ci sarebbe dispersione di calore e e poi spreco di tavole per la costruzione.
Allungando il nido, e diminuendo il foro di ingresso, non si risolve purtroppo il problema predazione, in quanto se per il codirosso il minimo di foro è 4 cm un ghiro o una donnola ci passano comunque, come pure la zampa di un gatto. Secondo me, in questi casi (per codirossi) è opportuno scegliere bene bene il luogo dell'istallazione

Poter utilizzare un foro tondo dal diametro di 4cm invece di 5x5, e allungare 5 cm il nido mi sembra già un buon miglioramento, sempre nei confronti di predatori grossi che non possono entrare nel nido, le zampe non riescono ad allungarle più di tanto, farò così l'anno prossimo.. oltre a trovare un luogo più sicuro ;)
Avatar utente
Alessandro Landi
Amministratore
 
Messaggi: 4268
Iscritto il: 03/01/2009, 16:41
Località: Toscana


BY-2016: Punti (3)
Archivio: Nidi (31)
Files: Schede (30)

Re: il nido del Codirosso

Messaggioda Francesco » 11/12/2011, 21:08

ma questo genere di nido per il codirosso va bene per altri uccelli? potresti mettermi anche la lunghezza e l'altezza dei pezzi di legno.
La conoscenza della natura come mediazione alla conoscenza di sè.
Avatar utente
Francesco
Uccellin di bosco
 
Messaggi: 77
Iscritto il: 10/12/2011, 10:22
Località: Cerignola, prov di Foggia.



Re: il nido del Codirosso

Messaggioda Alessandro Landi » 11/12/2011, 23:01

Strano.. mi sembrava che da qualche parte nel forum ci fosse il disegno di questo nido... ma no l'ho trovato :think: domani ti dò le misure... comunque è un nido abbastanza specifico per il Codirosso Comune.. e più difficile che lo usino altre specie
Avatar utente
Alessandro Landi
Amministratore
 
Messaggi: 4268
Iscritto il: 03/01/2009, 16:41
Località: Toscana


BY-2016: Punti (3)
Archivio: Nidi (31)
Files: Schede (30)

Re: il nido del Codirosso

Messaggioda Luca93 » 24/06/2012, 13:48

Alessandro riprendo il post per farti vedere un particolare di questo nido..in pratica, oltre allo scivolo, ho aggiunto un listellino a forma di parallelepipedo che secondo le mie "prove" neutralizza ancor di più i tentativi di predazione..in questo caso ho pensato ai gatti..la teoria: avendo meno angolo per entrare, la zampa non arriva alla fine dello scivolo..
cosa ne pensi?ho schiarito le ombre per far vedere meglio anche lo scivolo..
IMG_8861.jpg
IMG_8861.jpg (84.1 KiB) Osservato 5172 volte

Qui a lavoro ultimato..ne ho fatti 2..
IMG_8864.jpg
IMG_8864.jpg (132.46 KiB) Osservato 5155 volte

il fondo che vedete non è il reale pavimento, è solo un rivestimento..
Avatar utente
Luca93
Falco a metà
 
Messaggi: 723
Iscritto il: 08/05/2012, 20:48
Località: Parma



Re: il nido del Codirosso

Messaggioda Alessandro Landi » 24/06/2012, 20:38

bel nido... anche l'idea del numero a rilievo mi piace :mrgreen:

L'aggiunta del listellino mi sembra una buona idea... un ostacolo in piu per certi predatori :ok:

approfitto della riesumazione di questo topic per chiedervi: secondo voi la Ghiandaia riesce a passare dal foro di 5x5 ? :think:
Avatar utente
Alessandro Landi
Amministratore
 
Messaggi: 4268
Iscritto il: 03/01/2009, 16:41
Località: Toscana


BY-2016: Punti (3)
Archivio: Nidi (31)
Files: Schede (30)

Re: il nido del Codirosso

Messaggioda Luca93 » 24/06/2012, 20:49

Se le tue ghiandaie sono parenti del tuo torcicollo sicuramente si :mrgreen:
no a parte gli scherzi, lasciamo la risposta ai più esperti :ok:
Avatar utente
Luca93
Falco a metà
 
Messaggi: 723
Iscritto il: 08/05/2012, 20:48
Località: Parma



Re: il nido del Codirosso

Messaggioda piropiro » 24/06/2012, 20:54

Alessandro Landi ha scritto:approfitto della riesumazione di questo topic per chiedervi: secondo voi la Ghiandaia riesce a passare dal foro di 5x5 ? :think:


ora ti metti a fare i quiz a premi? :mrgreen:

fisicamente forse potrebbe (vedi cosa fa il torcicollo), praticamente penso che non possa entrare in un quadro 5x5 del nido in oggetto soprattutto per la difficoltà di arrivo: se si posa con le zampe sul foro di ingresso non riesce a piegarsi per infilare la testa; non credo che si possa aggrappare alla parete come le cincie. Comunque potrebbero esserci dei dubbi :think:
Avatar utente
piropiro
Aquila
 
Messaggi: 1987
Iscritto il: 02/01/2010, 15:17
Località: Carinzia


Archivio: Nidi (56)
Files: Schede (95)

Re: il nido del Codirosso

Messaggioda Alessandro Landi » 25/06/2012, 20:08

piropiro ha scritto:
ora ti metti a fare i quiz a premi? :mrgreen:



no è che ogni tanto mi vengono questi dubbi esistenziali :ghgh:

la Ghiandaia sembra grossa ma le leggende dicono che sia tutte penne :think: :mrgreen: ...
comunque penso che sia come dici tu... ammesso che ci passi non è abbastanza agile come le Cince e i Picchi :smokingsombrero:
Avatar utente
Alessandro Landi
Amministratore
 
Messaggi: 4268
Iscritto il: 03/01/2009, 16:41
Località: Toscana


BY-2016: Punti (3)
Archivio: Nidi (31)
Files: Schede (30)

Prossimo

Torna a Birdgarden e Nidi artificiali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite